Sensibilità ISO in Fotografia digitale

Visite: 4301



In fotografia digitale, la sensibilità viene espressa con una scala ISO derivata dalla fotografia analogica in cui raddoppiando il valore ISO occorre la metà della luce. La sensibilità esprime la capacità di un sensore di produrre un immagine leggibile al variare della quantità di luce che lo raggiunge. Le migliori prestazioni dal punto di vista della qualità di immagine si ottengono alla sensibilità base del sensore, che corrisponde al valore più basso, normalmente 100 ISO.

Con i sensori CCD ad alta densità di pixel adottati sulle attuali fotocamere digitali compatte, raramente si otterranno risultati validi andando oltre il valore ISO 800 e cosi capita con le fotocamere digitali di medio formato. Le cose cambiano invece, con le più recenti fotocamere digitali di formato APS e Full Frame 24x36mm, si può arrivare ad utilizzare anche valori ISO altissimi.

Iso Fotografia

L'impostazione degli Iso in Fotografia è il terzo elemento che permette di bilanciare l'esposizione. Il diaframma controlla la quantità di luce che raggiunge il censore, il tempo di posa regola la lunghezza del momento in cui il sensore esposto alla luce e gli Iso definiscono la sensibilità del sensore stesso, la quantità di luce necessaria per catturare un'immagine.

Aumentare il livello Iso aumenta le possibilità di scelta di diaframma e tempo e può essere utile in condizioni di ridotta luminosità, ma ha lo svantaggio di causare una diffusa perdita di qualità d'immagine. Aumentare la sensibilità Iso fa sì che alla fotocamera basti meno luce per esporre, ma allo stesso tempo le immagine hanno un aumento di grana conosciuto come un rumore digitale.

Sensibilità Iso alta è spesso utile negli scatti a mano libera, ma se utilizziamo un treppiedi non c’è il rischio di movimento della fotocamera, quindi non è necessario a aumentare i valori Iso. La sensibilità Iso necessaria dipende non solo dalla luce, ma anche dall’utilizzo o meno del treppiedi.

In interni dopo il tramonto, la luce è molto bassa, e la fotocamera si adatta aumentando drasticamente i tempi di posa. Questo può produrre del “mosso”, dato che la fotocamera si muove durante la ripresa.

Aumentando la sensibilità Iso, invece la fotocamera utilizzerà tempi di scatto più brevi. Valori Iso alti sono spesso utili nello scatto a mano libera, ma se si utilizza un treppiedi si elimina il pericolo di movimento della fotocamera, e quindi la necessità di aumentare i valori Iso.

Nel caso di scatti con il treppiedi è meglio impostare 100 Iso per ottenere la massima qualità dell’immagine. Non servono alte sensibilità Iso per immagini riprese con il treppiedi, ma servono invece per gli scatti a mano libera o quando è il soggetto a muoversi.

Il passaggio dalla fotografia analogica alla fotografia digitale ha portato innumerevoli vantaggi, tra questi, il sensore digitale che rispetto alle vecchie pellicole ha la possibilità di modificare ad ogni scatto la sensibilità, denominata con l'acronimo ISO (International Organizazion of Standardizazion). La sensibilità Iso, è uno strumento indispensabile ai fini della nitidezza. La sensibilità standard di tutte le attuali reflex digitali Canon Eos è fissata sul valore Iso 100, e tale valore su una fotocamera digitale può essere incrementato attraverso pulsanti dedicati.

Più alto è il valore ISO della fotocamera digitale, maggiore è la sensibilità del sensore alla luce, ma in realtà ciò significa che il segnale creato dalla luce che colpisce il sensore è amplificato a un grado più elevato.

Quando usare valori Iso più alti?

E' vantaggioso aumentare le impostazioni ISO della macchina fotografica nelle situazioni di luce scarsa, come gli interni o gli esterni in condizioni di oscurità o di cielo molto nuvoloso. In circostanze dove non è possibile utilizzare il flash o il treppiedi, è opportuno aumentare i valori Iso per avere tempi di otturazione più veloci.

Con tempi di otturazione lenti si corre il rischio che la fotocamera si muova leggermente mentre si scatta la foto, ottenendo così un effetto sfocato. Questo è un effetto, solitamente indesiderato, definito "vibrazioni della fotocamera". Oppure può succedere che il soggetto si muova durante l'esposizione, provocando così un'immagine mossa.

Purtroppo utilizzare valori Iso alti, comporta degli svantaggi. Nella fotografia digitale, aumentando l'Iso si amplifica il segnale elettronico del sensore, ma si amplificherà anche il rumore elettronico di fondo presente nei circuiti della fotocamera, provocando così un'interferenza che distorce il segnale delle immagini e genera un'immagine punteggiata o "rumorosa", raramente bella da vedere.

Valori Iso bassi consentono un tempo di otturazione abbastanza rapido da evitare vibrazioni e immagini sfocate. In alternativa potete usare un treppiedi, che vi permette di scattare a valori Iso più bassi e velocità di otturazione inferiore rispetto a quando invece tenete la fotocamera in mano.

La scala degli Iso

La scala degli Iso è costituita in modo tale che raddoppiando il valore numerico si raddoppia la sensibilità del sensore alla luce. Se per esempio si raddoppia da Iso 100 a Iso 200 per ottenere la stessa esposizione si dovrà impostare un tempo di scatto dimezzato (due volte più veloce). Ogni volta che si raddoppia il valore degli Iso usando la scala per Stop iNtert: 100, duecento, 400,800, 1600, ecc. Si aumenta di un intero Stop anche l'esposizione. Sui modelli più recenti di reflex digitali il valore massimo Iso varia tra i 3200 Iso a 102.400 Iso.

Naturalmente è consigliabile usare i valori massimi degli Iso solo in casi estremi, poiché usano valori Iso alti e più si abbassa la qualità dell'immagine. Potenziando il segnale, si amplificano anche le imperfezioni presenti nel segnale stesso, queste imperfezioni sono denominati "rumore". Il rumore digitale si manifesta sotto forma di grana, striature o macchie di colore, la cui presenza diventa più evidente con l'incremento degli Iso.

Per ottenere immagini più definite e prive di grana è meglio non alzare il valore degli Iso, però paradossalmente incrementare in modo opportuno il valore degli Iso può alzare la qualità complessiva dell'immagine, poiché permette di utilizzare tempi più rapidi, evitare il micro mosso e altri effetti delle vibrazioni della fotocamera digitale.

iso

Una foto sgranata è meglio di una foto mossa. Utilizzare un valore Iso più alto può permettere di utilizzare un diaframma più chiuso, e di ottenere una maggiore profondità di campo, e di sfruttare al meglio la risoluzione dell'obiettivo. Se si usa un cavalletto in ambienti con poca luce è meglio usare i Iso bassi come 100 Iso, così pure quando si usa il flash. Più grandi sono le dimensioni del sensore della fotocamera digitale minore sarà il "rumore". Le reflex digitali Canon Eos presentano sensori di tre dimensioni.

I modelli Eos 5D e Eos 1DS hanno sensori detti a pieno formato (equivalenti al fotogramma di una pellicola 35 mm). Reflex digitali Eos 1 D A invece un sensore leggermente più piccolo, detto APS-H. Tutte le altre fotocamere utilizzano un sensore di dimensioni più ridotte detto: APS-C. Più grande è la dimensione del sensore più luce cattura e di conseguenza il segnale non avrà bisogno di amplificazione il che significa meno "meno rumore".

<<< VALORI ISO ELEVATI___________VALORI ISO BASSI >>>

<<< ALTA SENSIBILITA' ______SCARSA SENSIBILITA' >>>

12800 6400 3200 1600 800 400 200 100

PIU' RUMORE MENO RUMORE

Raddoppiando il valore di sensibilità ISO la fotocamera digitale sarà due volte più sensibile alla luce e due volte più veloce. Esiste una relazione diretta fra tempo di otturazione e impostazioni Iso. Aumentando il valore Iso, la velocità di otturazione aumenta proporzionalmente. Ad esempio da 1/15 sec a 50 Iso, la velocità di otturazione aumenta a 1/30 sec a 100 Iso, 1/60 sec a 200 iso, 1/250 sec a 400 iso.

ISO Auto

Molte macchine fotografiche hanno l'opzione dell'ISO auto. Quando è selezionata, la fotocamera terrà sotto controllo il tempo di otturazione e se il tempo scende al di sotto del punto in cui si possono verificare vibrazioni della fotocamera (solitamente intorno a 1/30 sec), automaticamente aumenta il valore dell'ISO. Questo vi aiuterà a evitare di scattare immagini mosse, ma potrà anche introdurre rumore. Ricordate che manualmente è preferibile usare ISO bassi se usate un treppiedi, poichè non c'è rischio di vibrazioni e non si produrrà rumore nelle immagini.