Ridurre rumore digitale foto


L'aspetto del rumore digitale di un’immagine digitale (noise, in inglese) è simile a quello della grana della pellicola analogica: una sorta di granulosità, una puntinatura che può anche essere colorata. Il rumore è sempre presente, ma spesso non ce ne accorgiamo perché poco invasivo. La sua quantità e la sua qualità variano in base allo strumento di ripresa utilizzato.

Il rumore digitale deriva da vari fattori. Una prima causa è la presenza di corrente e di attività elettriche all'interno del sensore, le quali generano interferenze che vengono registrate insieme alle informazioni relative all’immagine. Anche i processi di elaborazione del segnale luminoso producono una sorta di turbolenza che si manifesta come rumore digitale.

I fattori coinvolti nella generazione del rumore digitale sono principalmente le dimensioni dei pixel, la qualità dei circuiti, gli algoritmi di limitazione del rumore e l'amplificazione del segnale (sensibilità Iso). E' anche importante la temperatura di lavoro del sensore: più caldo è, più rumore digitale genererà.

E' più facile percepire il rumore nelle aree uniformi dell'immagine, come nei cieli o nelle ampie campiture. E' anche più facile percepirlo nel canale del blu e del rosso. Il rumore digitale è maggiore nelle immagini scattate con fotocamere digitali amatoriali, dotate di pixel più piccoli (spesso per i sensori più piccoli) e di processori meno prestanti. Il rumore digitale si manifesta maggiormente dove il segnale è debole, dunque si nota maggiormente nelle ombre.

E’ possibile ridurre l'impatto del rumore lavorando solo sul canale colore dove è più evidente. Ciò richiede esperienza. In alternativa la migliore arma è costituita dagli algoritmi offerti dalla fotocamera.

Ridurre rumore foto

color-noise

Per ridurre il rumore nelle foto si può agire con modalità differenti. Direttamente in macchina tramite le funzionalità presenti in qualunque fotocamera, oppure durante lo sviluppo del file Raw. Può essere anche effettuata durante l'elaborazione finale, tramite applicativi dedicati; vi sono programmi specializzati per eliminare il rumore digitale che forniscono buoni risultati per chi non ha dimestichezza con il fotoritocco.

Esiste un rumore causato da tempi di scatto particolarmente lunghi. Questo rumore digitale viene facilmente eliminato effettuando uno scatto ad otturatore chiuso che permette di misurare il rumore prodotto dal sensore digitale; tale rumore digitale viene poi eliminato automaticamente dal filtro apposito.

Sensibilità Iso

Scattare una foto nitida e dettagliata impostando un’elevata sensibilità Iso sfruttando la sola luce ambiente, è una delle comodità più grandi della fotografia digitale. Fotografare impostando sensibilità Iso di 1600, 3200 o 6400 Iso e ottenere una fotografia dettagliata che si può ingrandire ben più di 20 × 30 cm oggi rientra nella norma.

Questa possibilità in più offerta dalle reflex digitali moderne ha una portata rivoluzionaria non solo per fotografi amatoriali bensì per il fotografo professionista che in molti casi può scattare foto sfruttando la sola luce ambiente, senza dover usare il flash. Il fenomeno è così evidente che oggi quasi più nessuno scatta foto con sensibilità a 100 Iso.

La sensibilità Iso standard di lavoro si è alzata almeno a 200 Iso, se non a 400 Iso. Ciò è dovuto al fatto che possiamo utilizzare un diaframma chiuso con tempi di scatto rapidi e avere foto che conservano tutti i dettagli, come se si scattasse a sensibilità Iso inferiori.

Inoltre quel filo di grana in più che possiamo osservare, restituisce un’immagine meno artificiale e più fotografica rispetto a quella ripresa impostando i normali 100 Iso, che in digitale significa osservare una stampa nitida e levigata come una superficie di cristallo.

Cos'è la grana digitale?

La grana digitale è il “rumore”, dovuto all’amplificazione del segnale necessaria per ottenere sensibilità Iso maggiori. Con la pellicola il processo di sensibilizzazione avviene a livello chimico una volta per tutte, mentre in digitale il processo è elettronico e varia di volta in volta al momento dell’impostazione della sensibilità Iso desiderata.

Rumore elettronico

iso

Ogni segnale elettronico genera rumore elettronico e quindi il disturbo non è totalmente eliminabile. Si può cercare però di contenerlo il più possibile. Il metodo più efficace è quello di progettare un sensore con un rapporto favorevole tra superficie, risoluzione e dimensione dei pixel.

Attualmente quasi tutte le reflex digitali offrono una funzione per ridurre il rumore elettronico tramite software. Purtroppo genera immagini “soft” in cui i dettagli più fini sono confusi. Il contenimento del disturbo del rumore elettronico, all’aumentare della sensibilità Iso di riferimento è il campo in cui le case costruttrici investono di più, con risultati molto spesso eccellenti.

Tuttavia la differenza tra una fotografia scattata a sensibilità 100 Iso ed scattata 6.400 Iso in molti casi è ancora grande. Il rumore elettronico dovuto all’amplificazione del segnale non è mai del tutto eliminabile.