Ottimizzare foto per stampa

Photoshop consente di preparare i file di immagini per diversi tipi di stampa, quali litografia offset, stampa digitale e rotocalco. In genere, il flusso di lavoro da seguire dipende dalle attività di prestampa previste. Prima di avviare un flusso di lavoro per la stampare le foto, contattate gli addetti alla prestampa e fate il punto dei requisiti da rispettare.

Ad esempio, è possibile che dobbiate effettuare la conversione in CMYK per adeguare i file a impostazioni di prestampa specifiche. Di seguito vengono riportati alcuni possibili scenari per la preparazione di file immagine per ottenere risultati di stampa prevedibili.

Preparazione di file immagine per ottenere risultati di stampa prevedibili

Lavorate sempre in modalità RGB e accertatevi che al file immagine sia associato il profilo dello spazio di lavoro RGB. Se lo stampatore o l’addetto alla prestampa utilizza un sistema di gestione del colore, il profilo usato per il file dovrebbe consentire loro di effettuare una conversione accurata in CMYK prima di produrre le pellicole o le lastre di stampa. Usate il metodo RGB finché non avrete finito di modificare l’immagine. Quindi convertite l’immagine in CMYK ed effettuate eventuali regolazioni aggiuntive per colore e tonalità.

Controllate in modo particolare le aree di luce e di ombra dell’immagine. Per le correzioni, usate i livelli di regolazione Livelli, Curve o Tonalità/saturazione. Queste regolazioni dovranno essere molto limitate. Unite i livelli del file se necessario, quindi inviate il file CMYK allo stampatore. Inserite l’immagine RGB o CMYK in un documento Adobe InDesign o Adobe Illustrator.

In genere, per produrre immagini con una macchina da stampa commerciale, invece di Photoshop si usa un’applicazione di impaginazione come Adobe InDesign o un programma di illustrazione come Adobe Illustrator. Per ulteriori informazioni su come importare file di Photoshop in Adobe InDesign o Adobe Illustrator, consultate l’Aiuto dell’applicazione in oggetto.

Foto per stampa commerciale

Avvertenze per quando lavorate su una foto destinata alla stampa commerciale:

  • Se conoscete le caratteristiche della stampante, potete specificare i valori di output per le aree di luce e ombra necessari per riprodurre alcuni particolari.
  • Se stampate un’immagine con una stampante desktop per avere un’anteprima del risultato finale, tenete presente che la stampante desktop non è in grado di riprodurre fedelmente l’output di una macchina da stampa commerciale. Una prova colori professionale offre un’anteprima più precisa del risultato finale.
  • Se lo stampatore o il service vi ha fornito un profilo, potete selezionarlo con il comando Imposta prova e visualizzare una prova colori a monitor con il comando Prova colori. Questo metodo offre un’anteprima a monitor del risultato finale.

Ottimizzare foto per stampa

Prima di stamparle bisogna ottimizzare la foto: controllare e regolare l’esposizione, usare i Livelli per definire i punti di bianco e nero e, se necessario, le Curve per ritoccare il contrasto.

Solo dopo possiamo valutare ed eventualmente modificare qualsiasi dominante di colore.

Ridimensionare foto

Molti preferiscono ridurre le immagini alle dimensioni della stampa desiderata, con risoluzione 300 ppi. Non è necessario se lavoriamo in casa sulle piccole stampe, ma può velocizzare le operazioni se le dobbiamo caricare e inviare a un laboratorio online per una stampa commerciale.

Applicare Sharpening foto

Il passo finale è applicare lo sharpening ed è obbligatorio dopo aver ridimensionato i file perché le dimensioni di stampa influenzano la quantità di sharpening necessario.

In Photoshop, possiamo usare sia la Maschera di Contrasto sia l’opzione Contrasta migliore, che offre un maggiore controllo.