Come scegliere il fotografo di matrimonio

Visite: 240
Contenuto Articolo[Nascondi]




Organizzare un matrimonio è un processo che richiede la selezione di un gran numero di fornitori, oltre che una spesa a livello economico. Nell'organizzazione di un matrimonio ci sono fotografi professionisti però che hanno più peso degli altri: uno di questi è sicuramente il fotografo di matrimonio.

Come mai questo professionista è così importante? È molto semplice: a lui spetta il compito di rendere eterni i momenti più belli di un giorno importante come il matrimonio. Vediamo in questo post come scegliere il miglior fotografo di matrimonio possibile per avere delle foto di nozze memorabili.

Richiedere un preventivo gratuito

Prima di tutto raccogliete i nominativi di non più di 3-4 fotografi che operano nella vostra zona che vi piacciano per stile ed approccio. Dopo di che contattateli per richiedere un preventivo gratuito e non impegnativo. A partire dai preventivi che avete ottenuto fate un'ulteriore scrematura secondo quello che è il cosiddetto rapporto qualità prezzo. Una volta selezionati non più di due fotografi professionisti, organizzate degli incontri conoscitivi.

Gli incontri conoscitivi sono fondamentali per capire se la persona che avete davanti è quella che effettivamente fa per voi. Al di la del prezzo e dello stile è fondamentale che la persona che selezionerete faccia scattare la giusta chimica. Infondo con questa persona passerete molto tempo, più di quello forse che passerete con alcuni dei vostri invitati.

L'incontro conoscitivo è poi fondamentale per capire se avete davanti un professionista o un fotografo amatoriale o peggio abusivo. I fotografi abusivi rovinano il mercato con prezzi disonesti e metodologie di lavoro poco etiche. La buona notizia è che individuare un abusivo è facilissimo, ci sono segnali inequivocabili.

Scegliere un fotografo professionista

Il fotografo abusivo non ha partita iva (e questo lo potete capire dai loro siti internet), propone preventivi oltre modo vantaggiosi (perché non paga le tasse ed ha attrezzature spesso scadenti), ha un portfolio spesso caratterizzato da scatti rubati ai fotografi professionisti e quando gli chiedete delucidazioni sull'ammontare del preventivo risponde con frasi fumose ed evasive.

Non avete inoltre nessuna garanzia che il presunto fotografo si presenti al vostro matrimonio o vi consegni effettivamente gli scatti pagati.

Se il fotografo di matrimonio che avete intenzione di ingaggiare ha superato tutti questi test, non vi è motivo per non confermargli l'ingaggio e versargli in primo acconto. Potete quindi proseguire andando a definire i dettagli tecnici della giornata: deadline, orari e spostamenti che il fotografo di matrimonio dovrà fare durante il giorno delle nozze.