Fotografare in notturna con poca luce


E' un grave errore pensare di poter fotografare in notturna con poca luce a mano libera. Per evitare che le fotografie risultino mosse la prima regola e’ usare un buon treppiedi. Fotografare con poca luce, il tempo di scatto e‘ lungo e quindi risulta difficile realizzare fotografie nitide.

Usare il treppiedi

Le luci di diversa tonalità della sera danno quella tipica caratteristica bella da vedere, per toccarne l'effetto si possono sfruttare le inquadrature di superfici riflettenti, come metalli, pavimenti bagnati, pozzanghere d'acqua o fiumi e laghi. Evitare il mosso indesiderato, l'eccessivo rumore digitale è una composizione poco attraente per immagini in cui dominano grandi aree scure.

Come fotografare in notturna con poca luce

Consigli per come fotografare in notturna con poca luce: scattare in RAW, usare un treppiedi, usare un telecomando o l'autoscatto, abilitare il blocco dello specchio, impostare il bilanciamento del bianco su personalizzato, scattare in modalita Manuale.

Imposta Valori ISO medio/bassi, inizia a scattare subito dopo il tramonto, prova la modalita' di scatto Posa B o anche esposizione "bulb".

Esposizione "Bulb"

Quando è impostata la posa, l'otturatore resta aperto per tutto il tempo in cui viene premuto completamente il pulsante di scatto e si chiude quando il pulsante viene rilasciato. Questa funzione viene definita "Esposizione Bulb". Questo tipo di esposizione è adatta a scattare con poca luce, foto ai fuochi d'artificio, cielo e altri soggetti che richiedono esposizioni prolungate.

fotografia di notte fotografia di notte

Fotografare in notturna e ottenere scatti sempre ben nitidi

Anche se la nostra fotocamera digitale e' ben fissa su un ottimo treppiedi, il solo movimento del dito per scattare, puo' far vibrare la fotocamera digitale, compromettendo cosi la nitidezza dell'immagine. Per eliminare questo inconveniente, si deve ricorrere allo scatto ritardato di 2 secondi per azionare l'otturatore. Oppure bisogna procurarsi un telecomando via cavo o a infrarossi per scattare la foto. Un'altra ottima soluzione e' abilitare il blocco dello specchio, evitando anche le vibrazioni causate dal movimento dello specchio al momento dello scatto.

E' bene seguire alcune tecniche fotografiche fondamentali, come usare la modalita' di scatto Manuale cosi da ottenere un pieno controllo sia sul diaframma che sul tempo di s catto, imposta il diaframma, poi regola il tempo di scatto per posizionare il livello di esposizione a meta' scala, dove c'e' l'indice di esposizione standard. Per le immaggini panoramiche impostare un diaframma chiuso (f/1o f/16) e regolare il tempo di scatto sino a posizionare il livello di esposizione al centro della scala.

  >fotografia di notte

 

Fotografare in notturna con poca luce: Esposizione Reflex

 

Soggetto Tempo di scatto Diaframma Impostazione ISO
Profilo della citta' al tramonto 1/30sec f/9 100
Profilo della citta' di notte 10sec f/9 100
Luci della citta' di notte 10sec f/16 200-400
Spettacolo pirotecnico 20sec f/11 100
Parco dei divertimenti 15sec f/16 100
Scie luminose del traffico 30sec f/22 200
Sport con luce artificiale 1/125sec f/5.6 <1600
Spettacolo serale 1/1/60sec f/4 800
Concerto rock 1/125sec f/4 800
Edifici illuminati artificialmente 4sec f/16 200

Consigli per fotografare in notturna con poca luce

Evitare il mosso indesiderato, l'eccessivo rumore digitale e una composizione poco attraente per immagini in cui dominano grandi aree scure.

Essere ben saldi, facendo uso di un treppiedi robusto. È indispensabile per mantenere ferma la fotocamera digitale durante le lunghe esposizioni delle foto di notte. Se non si ha a disposizione il treppiedi, cercare di appoggiare la fotocamera digitale su un muretto o su qualsiasi base fissa che si trovi a disposizione.

Evitare le cattive vibrazioni. I veicoli in movimento producono vibrazioni, che sebbene non siano visibili possono ripercuotersi sulla fotocamera digitale e generare insospettabili forme di micro mosso, soprattutto se stai fotografando di notte su un ponte o al bordo di una strada trafficata. Si consiglia di scattare la foto di notte nei momenti di minor passaggio di veicoli a meno che non si voglia ottenere una foto con le scie luminose delle automobili.

Aiutarsi con dei pesi. Anche un soffio di vento può far oscillare la fotocamera digitale sebbene fissata a un treppiedi. Bisognerebbe cercare di stabilizzare il treppiedi con qualcosa di pesante, appendendo su di esso usando il gancio della colonna centrale del treppiedi qualsiasi cosa sia pesante anche uno zaino o una borsa.

Disattivare lo stabilizzatore dell'obiettivo. Lo stabilizzatore di immagine dell'obiettivo può ridurre effetti deleteri sulle lunghe esposizioni, soprattutto con alcuni obiettivi provvisti di un sensore per l'individuazione della presenza del treppiedi. Quindi è meglio disattivare la funzione IS.

Come impostare la Reflex per fotografare in notturna con poca luce

fotografia di notte

Per fotografare in notturna, impostare la reflex in modalità Manuale. Si consiglia di mantenere bassi gli Iso (ISO 100), se ciò è possibile, per non perdere la qualità di immagine, ma anche un diaframma chiuso (f/22) se vogliamo avere una buona profondità di campo, ma questo ci imporrà di avere tempi di posa anche superiori a 30 secondi non previsti dalle modalità semiautomatiche.

Usare l'Autoscatto. Per esposizioni lunghe, per fotografare con poca luce è meglio impostare la posa B e magari avere un telecomando per scattare la foto. Oppure impostare un ritardo dello scatto di 2 secondi e il sollevamento dello specchio, che ti aiuterà ad evitare ulteriori vibrazioni involontarie.

Bilanciamento del bianco. Il bilanciamento del bianco automatico normalmente funziona molto bene per fotografare di notte, è da sapere però che il bilanciamento sulla luce Tungsteno è migliore se si vuole accentuare il colore blu dei cieli dell'imbrunire o dopo il tramonto.

Riflessi di luce. Le luci di diversa tonalità della sera e della notte danno quella tipica caratteristica bella da vedere nelle fotografie in notturna, per toccarne l'effetto si possono sfruttare le inquadrature di superfici riflettenti, come metalli, pavimenti bagnati, pozzanghere d'acqua o fiumi e laghi.

Come ottenere le scie di luce: il movimento dei veicoli si può sfruttare per ottenere scie di luce di grande effetto e con grande efficacia per costruire una composizione di foto molto suggestiva.

Usare lampeggiatore flash. Per i ritratti notturni o per illuminare un soggetto in primo piano, bisogna abbinare un lampo flash a una lunga esposizione. Zooma, metti il soggetto al centro dell'inquadratura per rilevare la luce e premi il pulsante FEL (Flash Exposure Lock) per una corretta esposizione, poi ricomponi e scatta la foto.

Foto della luna di notte

La cosa da non bisogna fare quando si intende scattare foto della luna di notte, è usare l’esposizione automatica altrimenti la foto risulta sovraesposta. Le macchine fotografiche non riescono ad immortalare un oggetto cosi luminoso come la luna vicino a uno così scuro con efficacia. Per questo si può usare un trucco: scattare due foto con esposizioni diverse, quindi combinarle insieme con un programma di fotoritocco.

Usare il Flash per scattare foto in notturna

Il flash è un accessorio fondamentale per scattare foto con poca luce, le quasi totalità delle fotocamere, compatte o reflex amatoriali, includono un piccolo flash, spesso insufficiente che garantisce un’illuminazione di pochi metri al massimo 4. Se la nostra macchina lo consente perché dispone di una slitta a contatto caldo, conviene dotarsi di flash aggiuntivo, più potente. Questi flash impiegano batterie differenti rispetto alla fotocamera, quindi non incideranno sulla sua autonomia.

Con un’attrezzatura giusta e un po’ di pratica, si possono scattare foto in notturna indimenticabili e irripetibili. Pensate per esempio a quelle immagini artistiche del traffico dove i fanali delle auto tracciano scie luminose o tutte le luci delle insegne delle vetrine.

Trucchi per scattare foto con poca luce

  • La cosa più importante è avere mano ferma, oppure un cavalletto; usate l’autoscatto per evitare vibrazioni.
  • Tempi di esposizione lunghi, vista la scarsità di luce.
  • Se volete usare il flash, meglio procurarsene uno potente, visto che quelli incorporati di solito lasciano a desiderare.
  • Non aspettate che la notte sia troppo buia, il momento ideale per scattare foto, è il tramonto e i momenti subito successivi.
  • Di notte con scarsità di luce è meglio utilizzare il focus manuale, i sistemi autofocus delle reflex di ultima generazione sono molto avanzati ma quando la luce è poca possono sbagliare.
  • Un altro trucco per scattare foto con poca luce molto efficace è scattare in RAW in modo che in fase di post produzione si possano recuperare dettagli importanti.