Fotocamera Bridge: la differenza con le reflex e le mirrorless

Visite: 6423



La fotocamera Bridge, rappresenta l'ideale ponte di collegamento tra le fotocamere compatte e le reflex. Sono spesso comparabili per le sue dimensioni alle più piccole reflex attualmente sul mercato.

Alcuni modelli, assomigliano molto sia per la presenza di una vera impugnatura, sia per la grande protuberanza sul frontale dovuta all'obiettivo, alle reflex.

In realtà le differenze tra i due mondi sono molte. Nelle bridge il mirino è quasi sempre elettronico, simile a quelli che troviamo sulle videocamere. Mentre le reflex digitali possono contare su un sistema ottico molto più luminoso. Le Bridge Camera, come le fotocamere digitali compatte possono sfruttare il display LCD come mirino alternativo, una possibilità che sulle reflex è stata introdotta da poco tempo.

Differenza bridge camera e reflex

La differenza più evidente tra la bridge e la reflex è che le bridge non permettono di cambiare l'obiettivo cosa che nelle reflex invece è possibile. Come le reflex anche le bridge vantano una gamma di funzioni molto variegata. Completa la gamma delle modalità di esposizione che prevede quasi sempre il manuale, il funzionamento semi automatico a priorità dei tempi e a priorità dei diaframmi e quello completamente programmato.

Per i fotografi meno esperti è disponibile anche una nutrita serie di programmi automatici che di fatto, trasformano le costose fotocamere bridge in una compatta "inquadra e scatta".

leica

Troviamo inoltre molti controlli manuali: sensibilità iso, tempi, diaframmi, messa a fuoco, bilanciamento del bianco. Quasi tutte possono contare su un piccolo flash incorporato a scomparsa che può essere utile in condizioni di scarsità di luce.

Alcuni modelli più evoluti hanno un contatto caldo per l'impiego di flash esterni più potenti. Dal punto di vista ottico le bridge integrano uno zoom con escursione focale e esagerata (anche 30x) ma anche molto versatile che, essendo stato progettato proprio per l'impiego specifico su questo tipo di fotocamera di solito permette di ottenere immagini di qualità molto buona.

Sensore della fotocamera Bridge

Il sensore delle bridge risulta più piccolo di quelli APS presenti sulla maggior parte delle reflex digitali. Permettono di scattare fotografie di buona qualità soprattutto rimanendo entro un valore Iso non superiore a 800. Quasi tutte le Bridge Camera permettono di riprendere anche filmati in formato HD e Full HD comprensivi di audio. C’è però chi non si accontenta della dimensione del sensore e del rumore digitale. Difatti la macchina fotografica bridge è solitamente dotata di un sensore delle stesse dimensioni di quelle delle compatte di alta qualità: circa 8 × 6 mm, contro un 22 x 16 mm delle Reflex digitali.

Obiettivi fissi anziché intercambiabili come le Mirrorless

Alcuni modelli permettono il collegamento a un microfono esterno. La naturale evoluzione delle fotocamere bridge sono le nuove digitali ad ottiche intercambiabili, Mirrorless, piccole, complete nelle funzioni e con la possibilità di accedere un vero mini sistema completo di varie ottiche.

Mirino elettronico

Molte delle bridge camera sono corredate dal mirino elettronico (EVF), che trasmette esattamente ciò che l’obiettivo della fotocamera sta mettendo a fuoco e inquadrando. Mostra ciò che si vede sullo schermo a cristalli liquidi LCD della fotocamera. Si comporta come una reflex digitale, a eccezione del piccolo ritardo causato dall’immagine che viene digitalizzata è trasmessa al mirino.

Macchine fotografiche bridge Canon

Le macchine fotografiche bridge hanno i comandi, i tempi di risposta e funzionalità simili a una reflex, ma con un solo obiettivo da portarsi dietro, solitamente sono più economiche di molte reflex digitali.

Scegliere una macchina fotografica bridge, comporta dei pro e dei contro; per la funzionalità, la maneggevolezza, la leggerezza, il risparmio economico, sicuramente si è portati a fare la scelta di acquistarla. I contro sono, invece, dovuti alla dimensione del sensore e al rumore che si può riscontrare sulle foto scattate.

Le fotocamere bridge Canon sono di solito dotate di un sensore delle stesse dimensioni delle fotocamere compatte di alta qualità: circa 8 × 6 mm, contro 22 × 16 mm o superiore delle Reflex. Nonostante ciò, come molte fotocamere compatte, le fotocamere bridge possono produrre stampe A4 e A3 eccezionali, offrire buoni livelli di controllo manuale per la fotografia creativa e rappresentano per molti la soluzione ideale alle esigenze fotografiche.

Canon PowerShot G3 X

PowerShot G3 X è una fotocamera bridge molto versatile dotata di un obiettivo zoom 25x, diaframma a 9 lamelle, ottimo per foto di paesaggi e fotografia di ritratti. Il sensore CMOS da 1" e 20,2 Mpixel. PowerShot G3 X realizza foto e video di alta qualità, tramite controlli avanzati ti permette di scattare foto con le quali potrai esprimere il meglio della tua creatività.

Puoi scattare foto nitide anche in condizioni di poca luminosità ambientale, grazie al sensore e al processore DIGIC 6. Lo stabilizzatore ottico, applica in automatico le impostazioni giuste in modo di ottenere immagini nitide e filmati senza tremolii. Molto utile la funzione di scatto continuo da 5,9 fps, per scattare foto d'azione e di sport.